Daniele Cipriani

Impresario di danza, arte e balletto, Daniele Cipriani si forma presso l’Accademia Nazionale di Danza e inizia sin da giovanissimo l’attività di organizzazione eventi, corsi di formazione e conferenze, anche in collaborazione con le Università di Roma La Sapienza e Roma Tre.

Già direttore artistico per la danza del Ravello Festival (dal 2008 al 2010) e di Positano Premia la Danza Léonide Massine (dal 2011 al 2015), dà vita al Premio Benois-Massine Mosca-Positano in gemellaggio con il Prix Benois de la Danse, conferito per la prima volta nel 2014 a Positano e al Teatro Bolshoi di Mosca. È inoltre curatore di numerosi gala di danza e balletto, presentati nei maggiori teatri e festival in Italia, come Taormina Arte, MittelfestComo Città della MusicaFestival Puccini di Torre del LagoRavello FestivalAuditorium Parco della MusicaAuditorium Conciliazione di RomaFestival dei Due Mondi di Spoleto, e all’estero, al Teatro Nazionale di Addis Abeba, al Teatro Coliseo di Buenos Aires e al Bahrein National Theatre.

Nel 2003 fonda la Daniele Cipriani Entertainment che si occupa della produzione di spettacoli di danza, dell’organizzazione e promozione di eventi di spettacolo e della distribuzione di alcune delle compagnie internazionali di danza più applaudite al mondo, come la Martha Graham Dance Company, Twyla Tharp Dance, Susanne Linke, Lutz Förster Limón Dance Company. Fonda in seguito la Compagnia Daniele Cipriani composta principalmente da ballerini diplomati delle scuole italiane, inclusa la Scuola di Ballo del Teatro alla Scala. Nel 2012, la Daniele Cipriani Entertainment viene riconosciuta dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali come struttura di produzione per la danza. 

Per il Positano Myth Festival 2009 ha ideato e curato lo spettacolo “Apollineo e Dionisiaco”, offrendo al pubblico per la prima volta nella storia uno spettacolo di danza sull’Isola Li Galli, appartenuta prima a Léonide Massine e in seguito a Rudolf Nureyev. Negli spettacoli da lui curati hanno danzato alcuni dei maggiori artisti internazionali, come Eleonora Abbagnato, Marianela Nuñez, Carolyn Carlson, Susanne Linke, Roberto Bolle, Carla Fracci, Luciana Savignano, Svetlana Zakharova, Mats Ek, Ana Laguna, Dominique Mercy, Manuel Legris, Aurélie Dupond, Joaquin De Luz, Sergio Bernal, Nicolas Le Riche, Leonid Sarafanov, Vladimir Shklyarov, Lucia Lacarra, Ivan Vasiliev, Silvia Azzoni, Davide Dato, Polina Semionova e molti altri. 

Tra gli eventi di maggior rilievo alcuni progetti site-specific, tra i quali “L’uomo e la donna della Modern Dance” per il Ravello Festival 2008, che ha visto per la prima volta insieme le danzatrici e i danzatori delle compagnie di Martha Graham e di José Limón, e spettacoli dedicati a grandi artisti della storia della musica e della danza, come la serata “Chopin e la Danza” (2010) al Castello di Fénis per la Regione Valle d’Aosta, “Leonard Bernstein Dance Gala” (2010) al Teatro Antico di Taormina, “7 Danze per Mozart” (2008) presso la Reggia di Portici, “Tributo a Rudolf Nureyev”, nel 2013 alla Cavea dell’Auditorium Parco della Musica di Roma e nel 2018 al Teatro Romano di Spoleto, la serata “Nijinsky and Diaghilev” con musica dal vivo e coreografie di Amedeo Amodio, Giorgio Mancini, Giuliano Peparini. Nel 2020 cura il concerto in forma scenica “Le Creature di Prometeo / Le Creature di Capucci”, coproduzione della Fondazione Teatro Carlo Felice di Genova Festival dei Due Mondi di Spoleto, in scena in prima mondiale in Piazza Duomo a Spoleto e in anteprima al Festival Internazionale di Nervi con l’Orchestra del Carlo Felice diretta dal maestro Andrea Battistoni e i costumi originali di Roberto Capucci, protagonista dell’alta moda internazionale. 

Si aggiungono a questi spettacoli i grandi eventi commemorativi per il Comune di Roma, come “Ogni muro prima o poi cade” (2009) ai Mercati di Traiano in occasione dei vent’anni dalla caduta del Muro di Berlino e “DONNE” (2014) per la Giornata Mondiale contro la violenza sulle donne presso la Sala dell’Esedra di Marco Aurelio ai Musei Capitolini.

Numerose le serate di gala e spettacolo con protagonista Eleonora Abbagnato, étoile del Ballet de l’Opéra del Paris: tra queste, “Eleonora Abbagnato danza per Luchino Visconti” (Villa Olmo Como per Como Città della Musica 2012), “Eleonora Abbagnato danza per Stradivari” (Cremona, Festival di Mezza Estate, 2011), “Eleonora Abbagnato in Tener-a-mente”, gala in omaggio alle donne di Gabriele D’Annunzio (Nuovo Festival del Vittoriale, Gardone Riviera, 2011), “Eleonora Abbagnato con le Stelle Italiane nel Mondo” nel giugno 2019 in Piazza Duomo a Spoleto per il Festival dei Due Mondi.

DCE ha realizzato un ampio progetto di recupero del repertorio italiano del secondo ‘900, iniziato con l’acquisizione dello storico “Lo Schiaccianoci” di Amedeo Amodio, con scene e costumi di Emanuele Luzzati. Il tour delle passate stagioni ha registrato oltre 50 mila spettatori e lo spettacolo è stato inserito nelle programmazioni delle fondazioni liriche e dei maggiori teatri italiani. Rientrano nello stesso progetto il balletto “Coppelia” di Amedeo Amodio, con scene di Emanuele Luzzati e costumi di Luisa Spinatelli, e “Carmen” dello stesso Amodio (scene e costumi di Luisa Spinatelli). Nel 2018, ha riportato in scena con la Compagnia Daniele Cipriani il balletto “Mediterranea” di Mauro Bigonzetti: lo spettacolo, in tour in tutta Italia, è stato anche ospite del prestigioso Winter International Arts festival di Sochi (Russia), dell’Heritart Festival di Salona (Croazia) e dell’Opera Nazionale di Bucarest. Sempre nel 2018, al Teatro Comunale di Modena, ha debuttato “Puccini”, coreografia di Julien Lestel con protagonista Eleonora Abbagnato, coproduzione Italia-Francia, Daniele Cipriani Entertainment eCompagnie Julien Lestel. Nel giugno 2019, al Ravenna Festival, ha debuttato “SHINE Pink Floyd Moon”, spettacolo con regia e coreografia di Micha van Hoecke sulle canzoni dei Pink Floyd, con la musica dal vivo della band italiana Pink Floyd Legend, i solisti e il corpo di ballo della Compagnia Daniele Cipriani e l’étoile Denys Ganio. Lo spettacolo è stato poi in tour nei principali festival, arene e teatri italiani, con grande successo di pubblico. 

La Compagnia Daniele Cipriani è stata presente nelle ultime stagioni della maggior parte delle fondazioni liriche italiane, come Teatro Petruzzelli di Bari, Teatro Verdi di Trieste, Teatro Lirico di Cagliari, Teatro Regio di Torino, Teatro La Fenice di Venezia, Carlo Felice di Genova, Sferisterio di Macerata.

Registra ogni anno straordinario successo con “Les étoiles”, gala internazionale di danza con le stelle del balletto mondiale: il gala è andato in scena con date sold-out all’Auditorium Parco della Musica di Roma, al Teatro Lirico di Cagliari (con l’Orchestra e il Coro del Teatro), al Teatro La Fenice di Venezia e al Ravenna Festival.

Nel febbraio 2020, per l’apertura della Stagione Danza 2020 della Fondazione Teatri Piacenza, cura il Gala Les Étoiles Juniorche riunisce sullo stesso palcoscenico alcuni dei migliori giovani talenti della danza sulla scena italiana e internazionale: Nicola Del Freo (Teatro alla Scala di Milano), Leticia Dias (Royal Ballet di Londra), Diana Ionescu (Stuttgart Ballett), Maria Celeste Losa (Teatro alla Scala di Milano), Daniele Di Donato (Teatro San Carlo di Napoli), Gabriele Fornaciari (Russian Ballet College di Genova, medaglia d’oro al VII Young Ballet of the world Yury Grigorovich Competition), Luisa Ieluzzi (Teatro San Carlo di Napoli), Matteo Miccini (Stuttgart Ballet), Daniel Rittoles (Badisches Staatstheater Karlsruhe, già Balletto Nazionale di Cuba), Giacomo Rovero (Royal Ballet di Londra), Mattia Semperboni (Teatro alla Scala di Milano).

Nel luglio 2020, cura la serata evento “Duets and Solos” in collaborazione con il Ravenna Festival e la Fondazione Teatro Carlo Felice di Genova: con la musica dal vivo eseguita dai maestri di fama internazionale Beatrice Rana e Mario Brunello, danzano al Festival Internazionale di Nervi e alla Rocca Brancaleone di Ravenna le coppie di stelle Silvia Azzoni e Alexandre Ryabko (Hamburg Ballet), Iana Salenko e Marian Walter (Opera di Berlino), insieme ai solisti Hugo Marchand (Opéra de Paris), Matteo Miccini (Stuttgart Ballet), Sergio Bernal (già Balletto Nazionale di Spagna). Nell’agosto dello stesso anno, cura per il Teatro Lirico di Cagliari il “Gala internazionale di danza – l’amore, il passo a due” con l’Orchestra del Teatro e le stelle della danza Eleonora Sevenard e Denis Rodkin (Bolshoi di Mosca), Maia Makhateli e Artur Shesterikov (Dutch National Ballet), Maria Kochetkova e Sebastian Kloborg, Sergio Bernal.

Il 9 e 10 ottobre 2020 debutta al Teatro Comunale di Bologna 4 STAGIONI – Là dove il cuore ti porta“, balletto scritto e diretto da Giuliano Peparini con protagonista Eleonora Abbagnato. La produzione Daniele Cipriani Entertainment segna il ritorno della danza al Teatro Comunale Bologna in una Sala Bibiena ripensata alla luce delle nuove norme di sicurezza. Accanto alla stella Eleonora Abbagnato, il primo ballerino cubano Javier Rojas Hernández e un eclettico corpo di ballo, per raccontare in coppia le “stagioni” dell’amore sulle celebri note di Antonio Vivaldi e di Domenico Scarlatti. Per l’occasione, gli abiti di Eleonora Abbagnato vengono firmati da Dior.

Sempre nell’ottobre 2020, per l’inaugurazione della 53° Stagione Lirica di Tradizione della Fondazione Pergolesi, presenta a Jesi in prima mondiale “Suite italienne”, nuova creazione coreografica di e con Sasha Riva e Simone Repele sulla musica di Igor Stravinskij, eseguita dal vivo dai maestri Riccardo Pes, al violoncello, e Andrea Boscutti, al pianoforte. L’opera, coproduzione della Fondazione Pergolesi Spontini e Daniele Cipriani Entertainment, riprende alcune delle pagine più belle del balletto con canto “Pulcinella” di Stravinskij nel centenario della prima rappresentazione (i costumi, ispirati a quelli di Picasso, sono di Anna Biagiotti). Dopo il debutto, lo spettacolo andato in scena al Teatro Verdi di Sassari in occasione di “Corpi in Movimento”.

Il 6 dicembre 2020, cura una nuova edizione di “Duets and Solos” presentata dal Teatro Pavarotti di Modena; la serata vede in scena i maestri di fama internazionale Mario Brunello, al violoncello/violoncello piccolo, e Beatrice Rana al pianoforte, con la partecipazione, sempre al pianoforte, di Massimo Spada, insieme a cinque grandi nomi della danza, interpreti e coreografi di assoli e passi a due: Sergio Bernal (già Balletto Nazionale di Spagna), Matteo Miccini (Stuttgart Ballet), Marijn Rademaker(già Stuttgart Ballet, Het National Ballet), Simone Repele (già Gran Teatro di Ginevra), Sasha Riva (già Gran Teatro di Ginevra). La serata, che si avvale anche della consulenza musicale di Gastón Fournier-Facio e dei testi Domenico De Masi, viene eccezionalmente ripresa dal vivo al Teatro Comunale di Modena (nel rispetto delle vigenti normative e in assenza di pubblico) e trasmessa in streaming sul canale YouTube ufficiale del Teatro raggiungendo in poco tempo più di sei mila visualizzazioni da tutto il mondo.

Nel 2019 dà vita alla Daniele Cipriani | Arte, sezione dedicata ad eventi e mostre d’arte. Tra le iniziative: per Artcity 2018, in occasione del centenario della morte di Claude Debussy, la serata “Prélude à l’après-midi d’un faune | Danza Musica Parola”, che ha riportato in scena la storica creazione del 1972 di Amedeo Amodio al Museo Giacomo Manzù di Ardea (RM) con musica eseguita dal vivo da Emanuele Degli Esposti Massimo Mercelli e interventi dell’attrice Vanessa Gravina; dal 14 marzo all’11 maggio 2019, la mostra “FRAMMENTI. Omaggio a Pina Bausch” con le fotografie di Ninni Romeo a dieci anni dalla scomparsa della grande artista tedesca: l’esposizione, a cura di Frédérique Deschamps e con testo di presentazione di Leonetta Bentivoglio, è stata ospitata presso Il Margutta Roma. Nell’ottobre 2019, sempre in via Margutta, ha inaugurato la mostra “Veloci – Raptor” con le opere di Enrico Maneraenfant prodige della Scuola di Piazza del Popolo.

Numerosi, negli anni, i premi e i riconoscimenti ricevuti da Daniele Cipriani, tra i quali la Targa d’argento del Presidente della Repubblica Carlo Azeglio Ciampi nel 2003, il Premio Monte dei Paschi – l’Italia che danza nel 2009 e il Premio Anita Bucchi nel 2009 e nel 2010. Nel 2013 il Sindaco di Roma ha conferito a Daniele Cipriani, in Campidoglio, la medaglia di Roma Capitale. Tra i premi recenti, l’Oscar della Danza “Best Italian Dance Box Office” 2016/2017, consegnato a Daniele Cipriani da Cristiano Ostinelli, direttore della leggendaria Casa Ricordi; nel 2018, il “Premio Fiuggi per lo Spettacolo – Europa alle Fonti”, Premio Anfiteatro d’oro per l’Arte della Danza “Omaggio a Ricardo Nunez”, “Premio MADSS” per la Produzione Artistica, Premio “Acqui in Palcoscenico”. Nel 2019, su invito di Vladimir Torin, presidente del Festival culturale “La Roma Russa”, Daniele Cipriani è entrato a far parte della Comunità di Ambasciatori del prestigioso evento internazionale e l’8 novembre, presso il Palazzo Poli – Fontana di Trevi, ha ricevuto il premio “La Roma Russa 2019” per la categoria Arte Teatrale; a consegnare il riconoscimento, Roberto Giovanardi, direttore generale dell’Associazione Teatrale Emilia Romagna. Nel febbraio 2020 riceve il premio “Europa in Danza” per la produzione, l’organizzazione e la promozione di eventi dedicati alla danza.

 

28 gennaio

38° STAGE INTERNAZIONALE DI DANZA 2024 – dal 30 giugno al 13 luglio 2024

04 gennaio

21° CONCORSO INTERNAZIONALE DI DANZA 6 – 7 APRILE 2024

15 marzo

37° STAGE INTERNAZIONALE DI DANZA 2023 – dal 02 luglio al 15 luglio 2023